Oggi è ven feb 23, 2018 3:37 pm





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
 Adria International Raceway 
Autore Messaggio
Site Admin

Iscritto il: mer feb 16, 2011 10:31 pm
Messaggi: 60
Messaggio Adria International Raceway
Qua di seguito trovate il .


mar mar 08, 2011 1:20 pm
Profilo E-mail
Site Admin

Iscritto il: mer feb 16, 2011 10:31 pm
Messaggi: 60
---------
Messaggio Re: Adria International Raceway
ADRIA…TUTTI IN PISTAAAA!!!


Scritto da Luigi Tanzillo by
L'Adria International Raceway è ormai una realtà consolidata nel panorama motociclistico sportivo del nord-est e numerosi sono i motociclisti che frequentano questo circuito per la sua ottima struttura e per il gran numero di giornate dedicate alle prove libere in moto. Durante i mesi invernali decidiamo quindi di fare la nostra prima uscita su questo circuito, l'unica incognita del mese di aprile rimane sempre la pioggia ma questa volta il meteo sembra essere dalla nostra parte.
Già da una settimana scruto le previsioni meteo almeno su tre siti, come se servisse a far venire il sole, per il 25 aprile sembrano essere buone: si prospetta proprio una bella giornata nel Circuito di Adria!
Questa volta il gruppo di "pestoni" è folto: siamo ben in sette a girare, più ragazze al seguito e Saul-Uccio che gentilmente si è offerto come autista e a darci una mano nel box.
Appena finito il lavoro tutti filano a casa per caricare le moto e le macchine; allei 8:00 è prevista la partenza, ma purtroppo a causa di alcuni inconvenienti partiamo per le 19:00.
Massimo (Torà) e Saul sono partiti alle 14:00, Francesco, Stefano e le loro ragazze arriveranno l'indomani in mattinata mentre io, Federico (Valma), Laura, Sara, Roberto (Roby) e Riccardo (Richi) partiamo assieme.
La macchina è stracolma tra tute, caschi, stivali, cavalletti, cassette degli attrezzi, taniche e borse frigo piene di cibo e gatorade per il giorno dopo, incastriamo le nostre ragazze tra i bagagli e via!! partiamo.
Questa volta proviamo un itinerario diverso per raggiungere l'Autodromo di Adria, anziché passare dalla Milano-Venezia prendiamola Milano-Bologna.
I chilometri sono gli stessi, o forse 10 in più, però è quasi tutta autostrada tranne gli ultimi 30 km e quindi molto più comoda e scorrevole, cosa che con il carrello al seguito non guasta mai: si riesce inoltre a tenere una media più alta.
Ci affidiamo al Tom Tom che ci porta fino a Bologna per proseguire poi verso Ferrara fino all'uscita dall'autostrada presso Boara, vicino a Rovigo, a circa 30 km da Adria.
Finalmente arriviamo in circuito e sistemiamo i carrelli sotto il bellissimo paddock coperto che ospita le moto e i piloti che vogliono pernottare per la notte.



Cerchiamo i nostri compagni ma non ci sono, devono ancora rientrare dalla cena, una volta arrivati sistemiamo tutto vicino così da avere tutte le moto ed il necessario a portata di mano.
Altri ragazzi si sono già sistemati alla meglio per la notte, nonostante l'ora arrivano ancora furgoni probabilmente di chi deve girare la mattina: noi abbiamo tempo giriamo al pomeriggio.
Parlando con alcuni ragazzi sistemati nei box scopro che al costo di soli 100 euro più Iva è possibile affittare per la giornata l'intero box all'interno del quale è possibile sistemare le moto e utilizzarlo per dormire: la prossima volta lo prenderemo.
Differentemente da altri circuiti Adria offre un'ottima ospitalità, si può dormire gratuitamente sotto il paddock avendo a disposizione acqua, corrente elettrica e bagni ben tenuti oppure direttamente nelle stanze dell'albergo situate sopra al paddock stesso, le suite,o in una struttura adiacente alla prima curva, la Ramata. I prezzi delle camere vanno da 120 euro per le prime agli 80 euro per le seconde. Inoltre è sempre presente una guardia all'ingresso per chi arriva tardi.
Lasciamo i carrelli e il furgone al coperto e andiamo alle camere situate proprio dietro la prima curva. Le camere sono veramente belle, ognuna con due letti da una piazza e mezzo con un bel bagno pulitissimo, TV e aria condizionata. Fissiamo l'orario della sveglia e poi a nanna, bisogna riposare domani sarà una giornata faticosa e adrenalinica.



Ore 8:00, busso sulla parete per dare la sveglia al Fede che prontamente risponde: sicuramente era già sveglio da tempo. La vista dalla finestra è ottima si vede l'intera prima curva dopo la staccata sul rettilineo e in lontananza si sentono i primi motori accesi nel paddock, mancano ancora alcune ore ma già l'agitazione mi prende lo stomaco.
Prima di sistemare tutto andiamo a fare colazione, inclusa nel pernottamento, al grande bar vicino al paddock dove è anche possibile pranzare: un primo costa 5 euro.



Finalmente arriva anche il resto della ciurma... l'agitazione non ha preso soltanto me infatti Richi mi dice che non ha chiuso occhio e alle 4 era già con gli occhi fissi sul soffitto: forse Robi russava? L'unico ad aver dormito come un sasso è stato il Torà, infatti ancora non si vede.
Comincia quindi la solita trafila, scarichiamo le moto, sistemiamo tavoli e sedie, tiriamo fuori caschi e tute, controlliamo olio, acqua, pressione gomme, una lubrificata alla catena, cavalletti, termocoperte, la torretta per i tempi: siamo qui per divertirci o per lavorare?



Nel frattempo arrivano anche Francesco, Stefano e le loro ragazze: composta da tre Honda rr 600, tre Kavasaki 636 e una Yamaha R6.



gruppo è finalmente compatto. La squadriglia è
Da sinistra: Richi, Robi, Gigi, Torà, Francesco, Valma, Stefano.
Alle 11:00 mangiamo qualcosa per non arrivare appesantiti all'ora dell'inizio delle prove libere ed aspettiamo il momento. Ore 12:30 manca mezzora all'inizio e comincia la vestizione e qui si cominciano a vedere le prime facce tese per la tensione, non siamo qui per correre ma per divertirci eppure la tensione si fa sentire: non c'è niente da fare.



Durante la mattina salta fuori di tutto, giornali di settore, appunti, fotocopie del tracciato e tutto il possibile per avere qualche dritta su come andare forte ad Adria: manca solo un lettore dvd con qualche video sul circuito. I ragazzi hanno studiato....



Giù le moto dai cavalletti, su il casco e finalmente ci mettiamo in coda pronti per entrare, intanto Laura e le ragazze si sistemano sulle tribune ad assistere allo spettacolo. Oggi abbiamo anche il fotografo ufficiale, Laura infatti immortalerà questi momenti con l'ottima Panasonic Lumix Fz50.
Il primo turno non è importante per i tempi ma per prendere confidenza con la pista e le traiettorie e per scaldarsi, inoltre alcuni di noi provano la moto dopo le innumerevoli modifiche fatte durante il lungo inverno e quindi bisogna testare tutto:pilota e moto.
Il tracciato misura 2.702 metri e nonostante sia stato progettato anche per un utilizzo automobilistico è comunque molto sicuro, divertente e con un ottimo gripp.
Ha una larghezza continua di 12 metri che aumenta a 14 sul rettilineo di partenza, il numero massimo di moto presenti contemporaneamente sul tracciato è 35.
Bisogna ricordarsi di portare delle taniche per la benzina perché il distributore è fuori dal circuito, mentre per le gomme non c'è problema un gommista è sempre presente.



II circuito è tìsicamente impegnativo perché si alternano corti rettilinei a curve molto lente con forti staccate che affaticano non poco il pilota e i freni: il rettilineo più lungo e quello dei box dove è possibile tirare la quarta marcia.
Dopo circa 20 minuti ci ritroviamo tutti sotto il paddock a scambiare le prime impressioni e a fare rifornimento d'acqua e benzina.
Qui comincia il bello tutti confrontano i tempi, le moto, la gomma scivola, la mia salta, la tua va più forte, ti ho infilato ecc....
insomma si fanno delle gran risate tutti assieme: un po' di sana competizione tra di noi ci vuole per migliorare.
Solo il tempo di bere, sedersi qualche minuto e tutti sono già pronti per rientrare. L'unico che riesce a mangiare tra un turno e l'altro è il Torà, praticamente si fa fuori un piatto di riso ad ogni uscita: viene quindi soprannominato il "cinese".
Continuiamo così per quattro ore, naturalmente allungando i tempi di recupero verso la fine del pomeriggio. I tempi migliorano e le moto fanno il loro dovere, sempre pronte non si lamentano mai e danno sempre il massimo, mentre le facce di tutti sono sempre più sconvolte. Forse i piloti dovrebbero dare ancora un po' di gas ma va bene così come prima uscita ufficiale del 2007.



Sventola la bandiera a scacchi che ci segnala la fine del pomeriggio di prove libere e rientriamo al coperto completamente masarati, disidratati ma felici per la bella giornata. Tutto è andato bene abbiamo trovato bel tempo, nessuno ha scotolettato la moto ci siamo divertiti in compagnia: cosa si può volere di più?
E finalmente relax, facciamo una bella doccia, carichiamo tutto e poi mangiamo con calma tutti intorno al tavolo quello che è rimasto del pranzo.
Bisogna ringraziare Sara e Laura che si sono occupate del pranzo e della cena preparando una buonissima insalata di riso,uova sode, e il mitico pane del Dott. Duranti preparato in casa, direi che non ci è mancato nulla, neanche il dolce: ha infattiviaggiato con noi una bella crostata.
Sono ormai le sette e siamo riamasti solo noi nel paddock, forse è ora di tornare verso casa ma prima è meglio bere un caffè per contrastare la stanchezza che sicuramente tra poco arriverà sulla via del ritorno.
Siamo ancora in viaggio e già pensiamo alla prossima uscita...

Informazioni utili

Indizizzo
Adria International Raceway
S.S. 115 Adria (Rovigo) - Frazione Cavanella Po - Località Smergoncino, 7
tel.+39-0426-941411
www. ad ri a rac ew ay. c om
i nf o@ ad ri a ra cew ay. com
Dove dormire
- Hotel Autodromo:
Situato all'interno del circuito dispone di 15 camere sopra al paddock al zosto di 120 euro e di 24 camere da 80 euro situate in una struttura adiacente alla curva Ramata, la prima colazione e inclusa nel prezzo. Tei. 0426-941411
- Ostello Amolara, via capitello 2, 45011 Adria (Ro) Tei 0426/943035
- Albergo Molteni, Via Ruzzina, 4-45011 Adria (RO) Tei. 0426/42520 - 0426/21295- Fax 0426/42520
- La Gondola Adria, (RO), Via Angeli 32 Tei. 0426/41177
- Albergo Cavalli, Via Riviera Marconi 76, 45017 Loreo (RO), tei. 0426/369868, situato a 1.500 m dall'autodromo
Organizzatori prove libere moto
- Autodromo di Adria
Giornata Intera € 215-Mezza giornata € 120. Assicurazione € 10 compresa. Orari pista 09.00- 17.00, tei.+39-0426-941411 L'Autodromo organizza inoltre sessioni serali di prove libere moto dalle 18:00 alle 22:00
- Braghi Racing, Info e prenotazioni 347/2250556
- Motoracing Colombo, Info e prenotazioni 335-304295
- Solo Pista, Info e prenotazioni 059/280790
- Team TRD, Info e prenotazioni 338/7036862
- Vp Racing, Info e prenotazioni 0331-320560
- CfPromolion.Infoe penolanoni 015-65421 /329-2144877


dom mag 01, 2011 8:33 pm
Profilo E-mail
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron